Ti trovi in:

Storia » Storia Antica » Il Nome

Il Nome

di Mercoledì, 23 Aprile 2014

Il Nome Carisolo

Il nome di Carisolo deriva dal nome del Carice, pianta che cresceva abbondantemente nella zona. In latino la pianta è chiamata Carex(pianta palustre), da cui Caricea e in un documento del 1484 Carezol .
Il genere Carex comprende numerosissime specie erbacee perenni, prevalentemente di luogo umido, capaci di formare con i loro cespi fitti estese associazioni dette cariceti. Hanno spesso il fusto a sezione triangolare e le foglie un po' pungenti, a margine tagliente, con nervature parallele; i fiori sono riuniti in spighe.
Ai margini degli specchi d'acqua interni tendono a invadere stagni e laghi formando acquitrini, poi terreni paludosi, infine pseudo-praterie che gradatamente si interrano.
La Carex acutiformis, alta fino a un metro, ha il fusto nettamente trigono, con le piccole spighe femminili a fiori addensati e numerose spighe maschili.
La Carex vesicaria (30-90 cm) è caratterizzata dalle foglie più lunghe dell'infiorescenza. 
La Carex riparia (80-100 cm) ha spighette femminili pendenti, con lunghi peduncoli. 

Le CARICI DI ALTA MONTAGNA, di minori dimensioni e tipiche di ambienti aridi, tendono a colonizzare i pendii dei pascoli e le zone detritiche e rocciose: la robustezza delle radici infatti permette loro di resistere ai movimenti del terreno, fino a formare gradinate rivestite di un esteso e fitto manto erboso.
La loro presenza nei pascoli tende a deprezzarli, perché per il bestiame sono piante insipide e difficili da digerire.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam