Ti trovi in:

Home » Comune » Documenti » Schede informative » Legalizzazione della firma del pubblico ufficiale su atti e certificati di stato civile e di anagrafe da far valere all'estero

Menu di navigazione

Comune

Legalizzazione della firma del pubblico ufficiale su atti e certificati di stato civile e di anagrafe da far valere all'estero

di Giovedì, 31 Luglio 2014 - Ultima modifica: Mercoledì, 26 Novembre 2014
Immagine decorativa

La legalizzazione consiste nell'attestazione dell'autenticità della firma e della qualifica di Pubblico Ufficiale di colui che la ha apposta.

Interessante per chi intende...
Chi può richiedere
  • interessato
  • persona incaricata
Dove rivolgersi

Per informazioni:

Erogazione del servizio:

Tempi di attesa
  • Immediati se la firma risulta depositata in un apposito registro del Commissariato del Governo
  • Tempi necessari all'acquisizione dell'atto con il quale il funzionario pubblico è stato autorizzato a firmare qualora tale firma non risultasse depositata nel suddetto registro
Come fare / Cosa fare

Per ottenere la legalizzazione su atti firmati dall'Ufficiale di Stato Civile, Ufficiale di Anagrafe o Sindaco, occorre rivolgersi al Commissariato del Governo. Ad esempio, la firma apposta dal funzionario di anagrafe sul certificato anagrafico contestuale (cittadinanza, residenza, stato libero) richiesto per contrarre matrimonio all'estero deve essere legalizzata dal Commissariato del Governo.

Riferimenti normativi

D.P.R. n. 445 del 28.12.2000: Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amm.va art. 30 e segg.

Classificazione dell'informazione

Evento della vita

Trasferirsi

Informazioni utili in caso di trasferimento all'estero

Viaggiare

Informazioni utili nel caso si voglia effettuare un viaggio all'estero

Riferimenti:

di Mercoledì, 30 Luglio 2014

I cittadini stranieri possono contrarre matrimonio in Italia secondo il rito civile italiano oppure con rito religioso valido agli effetti civili, in base ai culti ammessi nello Stato. La celebrazione deve essere preceduta dalle pubblicazioni.

di Mercoledì, 30 Luglio 2014

Il regime patrimoniale della comunione legale dei beni si instaura automaticamente con il matrimonio.
La scelta del regime di separazione dei beni generalmente avviene al momento della celebrazione del matrimonio, mediante apposita dichiarazione al celebrante (Ufficiale di Stato Civile, Parroco o altro Ministro di Culto).

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam