Ti trovi in:

Home » Comune » Documenti » Schede informative » Patente a punti - informazioni utili

Menu di navigazione

Comune

Patente a punti - informazioni utili

di Lunedì, 15 Settembre 2014 - Ultima modifica: Giovedì, 27 Novembre 2014
Immagine decorativa

La Legge n. 214 del 01.08.2003 ha modificato il Nuovo Codice della Strada, introducendo con l'art. 126/Bis la cosiddetta 'patente a punti'.

Interessante per chi intende...

Ad ogni possessore di patente di guida è attribuito un punteggio di venti punti.
Ad ogni infrazione che prevede decurtazione di punti (come previsto nella tabella allegata) è effettuata dall'organo accertatore una comunicazione all'anagrafe nazionale degli abilitati alla guida istituita presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Dipartimento per i Trasporti Terrestri.
Ogni variazione di punteggio è comunicata agli interessati da parte dell'Anagrafe Nazionale degli Abilitati alla Guida.
Per poter integrare i punti decurtati occorre frequentare dei corsi di aggiornamento organizzati dalle autoscuole o da soggetti pubblici o privati autorizzati dal Dipartimento per i Trasporti Terrestri. Ogni corso comporta un reintegro fino a un massimo di 6 punti per le patenti A e B e di 9 punti per le patenti C, D e E .
La mancanza di infrazioni per due anni consecutivi comporta il reintegro totale della patente di guida fino a venti punti.
Ogni due anni passati senza che siano state commesse infrazioni che prevedono la decurtazione di punti, verrà riconosciuto un credito di due punti in aggiunta ai venti e fino a un massimo di trenta punti.
A chi viene decurtata la totalità dei punti viene sospesa la patente di guida.
La patente viene restituita solo dopo il superamento di un nuovo esame di guida.
Per le patenti di guida rilasciate successivamente al 01/10/2003 i punti decurtati sono raddoppiati se le infrazioni sono commesse entro tre anni dal rilascio.

Dove rivolgersi
Riferimenti normativi
  • D. Lgs. n. 285 del 30.04.1992, "Nuovo codice della strada", art. 126bis
  • D. P.R. n. 495 del 16.12.1992, "Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada"
  • Legge n. 214 del 01.08.2003, "Conversione in legge, con modificazioni, del D.L. 27 giugno 2003, n. 151, recante modifiche ed integrazioni al codice della strada"

Per ulteriori informazioni sulla patente a punti e sulla tabella che riporta il numero di punti decurtati a seconda dell'infrazione commessa clicca qui (apre il link in una nuova finestra)

Classificazione dell'informazione

Evento della vita

Utilizzo dell'automobile

Informazioni utili per l'utilizzo dell'automobile

Riferimenti:

di Lunedì, 15 Settembre 2014

La patente militare può essere convertita in patente civile. Per i congedati ed i militari di leva, deve essere richiesta entro un anno dal congedo per il tramite dell'autorità militare dalla quale si dipende durante il servizio ed è rilasciata per le categorie corrispondenti ad una tabella ministeriale di equipollenza.
Per i militari in servizio, deve essere richiesta per il tramite dell'autorità militare.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

Chi possiede la patente rilasciata da uno Stato della Unione Europea può richiedere la conversione in patente italiana o mantenere il documento originario.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

La Commissione medica locale per le patenti di guida si occupa, per l'intera Provincia di Trento, del rilascio, rinnovo e revIsione delle patenti di guida di categoria normale (A, B, BE, C, CE, D e DE) e di categoria speciale (AS, BS, CS) nonche del rilascio dei certificati di abilitazione professionale (KAP) limitatamente ai casi previsti dal vigente Codice della Strada.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

Le patenti internazionali servono per circolare negli Stati nei quali tali documenti sono richiesti e vengono rilasciati previa esibizione della patente di guida italiana. La compilazione è manuale e la validità è di anni tre dalla data di rilascio. Se il documento di guida scade prima dei tre anni la patente internazionale riporterà la stessa data di scadenza.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

L'accertamento dell'idoneità tecnica della patente di guida (revisione della patente) è la verifica del permanere delle capacità tecniche del titolare della patente stessa. Il conducente titolare di patente per la quale è disposta la revisione può presentarsi all'esame di revisione sia come privatista sia per il tramite di una scuola guida.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

La patente di guida è revocata dagli Uffici provinciali della M.C.T.C.:

  • quando il titolare non è in possesso con carattere permanente dei requisiti psico-fisici prescritti;
  • quando il titolare sottoposto a revisione tecnica non risulti più idoneo;
  • quando il titolare abbia ottenuto la sostituzione della propria patente con altra rilasciata da uno Stato estero.
di Lunedì, 15 Settembre 2014

La riclassificazione o declassamento della patente può avvenire o a seguito di volontaria richiesta del titolare oppure perché disposto dalla Commissione Medica Locale quando il titolare non risulti più in possesso dei requisiti per la patente posseduta ma sia in grado di ottenere quella di categoria inferiore.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

Rilascio del duplicato della patente di guida

di Lunedì, 15 Settembre 2014

La patente è rilasciata contestualmente al superamento dell'esame di guida pratico.
A tale esame si accede dopo il superamento di quello teorico, (generalmente a quiz per le categorie A e B ed orale per le categorie superiori e per le revisioni) prenotandolo non oltre il quinto giorno lavorativo precedente la data della prova.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

Il rinnovo della patente di guida deve essere richiesto ogni 10 anni per le categorie A e B. Per le stesse categorie il rinnovo deve avvenire ogni 5 anni per gli ultracinquantenni, ogni 3 anni per gli ultrasettantenni. Deve essere richiesto ogni 5 anni per le categorie superiori e per i mutilati ed i minorati fisici. Resta in ogni caso il termine di 3 anni per gli ultrassettantenni.

di Lunedì, 15 Settembre 2014

La sospensione della patente di guida è di competenza del Commissario del Governo (del Prefetto nel resto d'Italia) ma può essere disposta con provvedimento dagli uffici provinciali competenti della Direzione Generale della M.C.T.C in caso di accertamento sanitario per la conferma di validità o a seguito di revisione.

Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam